vitosugamelilogodefinitivowhiteicon
vito_sugameli_logo_definitivo_white
vito_sugameli_logo_definitivo_white

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
whatsapp
phone

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
whatsapp
messenger
spotify

facebook
instagram
twitter
linkedin
youtube

Cookie policy  Privacy Policy  Immagini stock da Envato Elements In questo sito sono presenti link di affiliazione

Background post

© Vito Sugameli Filmmaker | Video Cinematografici e Siti Web in provincia di Trapani, Palermo, Roma, Milano | P.I. 02808650812 | All Right Reserved | Powered by me.

Vendere video stock online: i siti migliori per guadagnare con il minimo sforzo

17/03/2024 15:00

Vito Sugameli

Filmmaking, immagini stock,

Vendere video stock online: i siti migliori per guadagnare con il minimo sforzo

Scopri quanto si guadagna e quali sono le migliori piattaforme per guadagnare soldi extra vendendo immagini e video stock per uso professionale.

Scopri quali sono le migliori piattaforme e agenzie per guadagnare soldi extra vendendo video stock.

Vendere foto e video stock online può essere un ottimo modo per guadagnare denaro extra o anche per crearsi un'attività redditizia col minimo sforzo. L’opzione meno concettuosa è - apparentemente - la vendita diretta dal proprio sito web, che però richiede una preparazione. Intanto occorre creare un sito web portfolio o che contenga una sezione dedicata alla presentazione del proprio lavoro (può anche essere un reel su YouTube) per raccontare il proprio stile in modo professionale, con lo scopo di facilitare l'acquisto da parte dei clienti. In alternativa si può utilizzare piattaforme di e-commerce (come Shopify o Flazio) per creare una sorta di “negozio online” in cui vendere i propri video. Tutte soluzioni macchinose e poco pratiche.

Infine, in metodo che consiglio caldamente è scegliere la giusta piattaforma dove caricare i propri contenuti, come ad esempio Shutterstock o Adobe Stock. Questi siti si chiamano tecnicamente microstock e consentono la vendita di immagini e video online a prezzi accessibili, a pochi euro o addirittura centesimi per download. Vuoi sapere quali sono le piattaforme migliori per guadagnare soldi extra? Te le racconto in questo articolo.

la-messa-a-fuoco-di-fotografia-di-macchina-fotografica-spara-lo-spazio-della-copia.jpeg

Microstock vs agenzie di stock: qual è la differenza?

Se le agenzie di stock tradizionali richiedono spesso una revisione del portfolio e offrono contenuti esclusivi a prezzi più alti, le piattaforme di microstock si rivolgono a un pubblico più ampio di fotografi e videomaker: consentono, in sintesi, di caricare e vendere un gran numero di immagini e video a prezzi più bassi. Questo comporta anche delle commissioni più basse per i creatori di contenuti, ma al contempo la possibilità di vendere grandi quantità di riprese che, diversamente, finirebbero per essere dimenticate in qualche hard disk di backup.

pxb_1851464_953e53e5df73389623cc073943f9ecfe.jpg

Dal punto di vista di chi cerca una piattaforma per vendere video stock online, le microstock hanno il vantaggio dell’accessibilità: chiunque può registrarsi facilmente e iniziare a vendere i propri contenuti, senza bisogno di approvazioni speciali. I guadagni sono in genere bassi ma sicuri: i creator, infatti, guadagnano una royalty su ogni download dei loro contenuti che va da alcuni centesimi a pochi euro; se le tue immagini sono belle, però, puoi stare certo che non ci metterai molto a ricavarne un introito. Del resto i contenuti non hanno scadenza: possono generare guadagni anche a distanza e, con il tempo e l’impegno, è possibile costruire un flusso di reddito significativo.

Tuttavia, è importante tenere conto anche di alcuni svantaggi, primo fra tutti la concorrenza molto alta: per questo è importante distinguersi con contenuti di alta qualità e scegliere parole chiave pertinenti nei titoli e nelle descrizioni dei video per aumentare la loro visibilità; taggare le immagini è fondamentale affinchè gli utenti possano trovarle. Devi tenere presente che, dal momento che i guadagni per singolo download sono bassi, è necessario vendere un gran numero di contenuti per ottenere un reddito significativo.

battito-cardiaco-che-pulsa-sul-monitor-del-computer-medico-che-analizza-l-intelligenza-artificiale-generativa.jpeg

Le migliori piattaforme per vendere video stock online

Esistono vari siti che offrono una vasta gamma di video di alta qualità a prezzi accessibili tramite abbonamento. Tra le piattaforme la più popolare è forse Shutterstock, uno dei più grandi siti web di microstock con milioni di video disponibili. È parecchio noto, soprattutto per la sua ampia selezione di video in Full HD e 4K, anche Pond5, mentre sono in forte ascesa Artgrid e Motion Array. Probabilmente hai sentito parlare anche di Adobe Stock che, integrato alle suite Creative Cloud di Adobe, offre buona opportunità soprattutto per la sua vasta capacità di raggiungere i clienti Adobe (tantissimi e tutt’altro che amatoriali).

Voglio citarti ancora due siti: iStock, parte del gruppo Getty Images, che offre video di alta qualità e contenuti esclusivi ma sempre meno utilizzato in Europa; Mediacastpro, un marketplace B2B, quindi venderai le tue immagini ad altri videomaker e fotografi con una commissione più alta.

persona-che-crea-contenuti-online-con-i-propri-animali-domestici.jpeg

Le agenzie di stock footage che devi conoscere se vuoi vendere video online

Come anticipavo, rispetto alle piattaforme di microstock le agenzie offrono video di alta qualità a prezzi più alti ma richiedono spesso una revisione del portfolio per l'approvazione. Se pensi di avere del buon materiale, organizzato in modo professionale di alta qualità, il mio consiglio è di provare a proporti. Tra quelle che ti consiglio ci sono: 

 

  • Getty Images, forse l’agenzia di stock più famosa del mondo;
     
  • Pond5 Premium, parte di Pond5 ma specializzata in contenuti premium ad alta risoluzione;
     
  • Videoblocks, nota soprattutto per la varietà di video royalty-free che offre;
     
  • Artbeats, bellissimo anche solo da visitare da appassionati, proprio per la sua collezione di video artistici e creativi.
giovane-fotografo-di-prodotto-femminile-in-studio.jpeg

Vendere video stock online: cosa non devi dimenticare se vuoi guadagnare

Oltre alla qualità delle immagini che carichi, alla loro originalità e alla scelta della piattaforma giusta ci sono ancora un paio di aspetti che ti invito a considerare se vuoi tentare di guadagnare vendendo video stock online. Dell’importanza di scegliere le parole chiave giuste per taggare le tue clip ti ho già parlato, ma a queste si aggiunge anche la necessità di inserire nei tuoi video metadati accurati per facilitarne la ricerca da parte dei potenziali clienti. Di cosa si tratta? Sono informazioni che descrivono e forniscono contesto alle tue immagini, in parole semplici immaginati delle didascalie, delle “etichette” che aiutano a organizzare, comprendere e utilizzare i dati in modo più efficace.

Importantissimo anche l’aggiornamento costante dei tuoi materiali: ricordati di aggiungere regolarmente nuovi video alla tua collezione per mantenere alto l'interesse degli acquirenti. Le piattaforme consigliano aggiornamenti settimanali. Infine, che te lo dico a fare? Se nessuno sa che stai vendendo le tue immagini sui siti di stock… nessuno potrà acquistarle. È importante promuovere i video sui social media, sul tuo sito e su altri canali online e offline: non dimenticare, infatti, di spargere la voce anche nel tuo giro di filmmaker e videomaker. 

pxb_4081842_49b5ee4ce3c559dd9c430d974eefb651.jpg

Stock footage Vs intelligenza artificiale

La domanda è lecita: ha ancora senso vendere i propri video online dopo l'avvento preponderante dei contenuti generati tramite intelligenza artificiale, come Midjourney e Sora di OpenAI? La mia risposta è Sì. Le motivazioni sono molteplici: c'è ancora una forte domanda per foto e video stock da parte di aziende, produzioni, filmmakers e creatori di contenuti. Esistono poi molte nicchie e settori specializzati che richiedono contenuti specifici che possono essere soddisfatti solo da fotografi e videomaker. Non solo: gli artisti possono offrire prospettive, stili e concetti creativi che non possono essere replicati dall'intelligenza artificiale, dato che l'apprendimento di questi sistemi si basa su informazioni pre-esistenti. Dal mio punto di vista, il valore dei creativi nel creare contenuti originali, unici e di alta qualità rimane fondamentale nel settore dello stock footage.

In definitiva, è consigliabile esaminare attentamente la qualità e la varietà dei propri contenuti prima di decidere su quale piattaforma caricarli. Se l'obiettivo è vendere una grande quantità di materiale a prezzi accessibili, potrebbe essere opportuno considerare piattaforme come Shutterstock, Adobe o Artgrid. Tuttavia, se si preferisce puntare sulla qualità e ottenere il massimo valore per le proprie clip, potrebbe essere più vantaggioso contattare direttamente le agenzie o, nella peggiore delle ipotesi, mantenere i contenuti sui propri hard disk e trattare direttamente con produzioni e filmmaker indipendenti. La scelta finale spetta comunque a te e dipende dalle tue preferenze e obiettivi.

videografo-maschio-che-modifica-il-montaggio-video-su-software-di-post-produzione-lavorando-al-computer-creazione-di-contenuti-cinematografici-con-color-grading-modifica-filmati-multimediali-creativi-sull-app.jpeg

Hai curiosità sulle piattaforme stock e sugli strumenti per vendere i tuoi video online? Scrivimi o lascia un commento. Se invece vuoi saperne di più sul mio metodo di lavoro, lascia un commento o contattami: sarò felice di fare una chiacchierata.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder